NUOVO METODO A CARICO VARIABILE VLC

Nell’allenamento Isotonico tradizionale (pesi, bilancieri, macchine), il carico di lavoro è costituito da un peso che resta sempre uguale durante l’esercizio

L’analisi biomeccanica ha messo in evidenza che il muscolo esprime valori di forza diversi al variare dell’angolo di lavoro.
Un carico isotonico fisso dunque non riesce a stimolare il muscolo in modo efficace a tutti gli angoli del movimentoi:

  • Può essere eccessivo nei punti critici (angoli aperti e chiusi)
  • Può essere insufficiente là dove il muscolo è in grado di esprimere la forza massima

KINEO: LA RIVOLUZIONE DEL CARICO VARIABILE

Carico variabile personalizzato

Kineo consente di programmare un carico che varia con un andamento (curva) che riflette la reale capacità di forza del soggetto

Il Carico Variabile protegge e salvaguarda le articolazioni negli angoli critici di lavoro mentre invece produce la massima richiesta di forza ed il massimo effetto allenante negli angoli di lavoro più favorevoli.

Nei grafici qui di fianco possiamo vedere come tre differenti curve di carico vanno a sollecitare in modo estremamente diverso muscoli ed articolazioni.

Tabella di confronto